Chi sono

Chi sono? Sono fuori  prospettiva, sono un po' fuori di testa, sono fuori controllo, di sicuro fuori fase, ogni tanto fuori misura... e lo sono fuori da ogni dubbio.

Una Fuori di Mamma

auroQuando ti imbatti in me probabilmente sorridi.
Mi puoi incontrare sotto casa intenta a cercare le chiavi in borsa, o nel supermercato vicino mentre tento di fare la spesa bambini al seguito (ne parlo qui).

Sono la bis mamma sempre di corsa di BatLore 4 anni e LaBaby 18 mesi.
Figli penzolanti in braccio o attaccati alla maglietta, sacchetti, borse più grandi di me.
Poi ovviamente se ho bisogno di un fazzoletto, così come per le chiavi, faccio prima a comprarlo perché la pesca potrebbe essere infinita.

La mamma della porta accanto, quella sempre trafelata, quella che ti saluta sorridendo ed un attimo dopo urla in ogni dove, cercando di recuperare i pargoli nel frattempo alle prese con le loro piccole fughe avventurose.

Sono Io.
La mamma comune, talmente comune da sembrare quasi “diversa”.
Una mamma extra ordinaria, come tante:
uguali e diverse.

Mamme comuni ma non troppo, mamme speciali nella loro “normalità” se di normalità si può parlare.

Con un passato lavorativo ed una formazione universitaria e post da “donna marketing”, dopo aver conosciuto gioie e dolori della maternità bis, mi sono rimessa in campo rispolverando le mie passioni.

Sono diventata una blogger.

Una POEMS Blogger: poesie da mamme, per mamme, di mamme.

Una blogger un po’ fuori, Fuori di Mamma appunto,
visione semi seria della vita da mamme “extra ordinarie”.

Adoro la moda bimbi low cost e ne parlo non da esperta di moda (che non sono) semplicemente da mamma che acquista per i suoi bambini capi più o meno pensati, shopping più o meno compulsivo: una Mamma Fuori di Fashion.

Amo le serie TV stile Breaking Bad, leggere e disperdermi nella blogosfera, amo le amicizie, conoscere cose e persone nuove.
Amo scrivere poesie o pensieri, scrivo anche liste che poi dimentico sempre, scrivo e anche se ho un blog in rete amo tanto la carta, i quaderni, le agende.

Per me è importante sorridere, perché la vita mi ha messo già duramente alla prova,
mi piace ironizzare e vedere il buono delle cose.
Cerco di affrontare tutto guardando il solito bicchiere mezzo pieno…

Che poi nel caso lo svuoto io!

Mi emoziono spesso, per un film, una sorpresa, una telefonata, un abbraccio improvviso, o un “mamma mamma”, piccole cose ma grandi.

fuori di mamma

Al momento sto lavorando ad un paio di progetti di comunicazione online e mi definisco spesso una “freelance ossessiva compulsiva”.
Inoltre scrivo articoli per il web come ghost writer.

Direi che il da fare non mi manca, cerco di incastrare al meglio il mio ruolo di mamma, per di più fuori sede, quindi senza parenti in aiuto, con quello di donna che porta avanti i suoi obiettivi e passioni.

 

Un calderone di cose in pratica, condensato nei miei onoratissimi

– 1,un pacchetto di gomme- cm di “diversamente altezza”.

Ehm si, c’est la vie.