Bambini viziati? Discorso mamma e figlio neonato

Bambini viziati

Mamma sono arrivato

 

bambini viziati Bambini viziati… Quando si vizia un bambino? Anzi un neonato?

Quante volte ti hanno detto “Eh, così lo vizi” oppure “Lascialo piangere altrimenti lo vizi”?

Quante volte ci hanno parlato di bambini viziati riferendosi anche ai neonati?

Ma è davvero così che funziona?

Un neonato può essere già annoverato fra i fatidici (se poi esistono) bambini viziati?

Maternità che si incrocia con l’essere figlio.

Discorso Mamma e Figlio sulla difficoltà del capirsi, dell’individuare i propri bisogni, del conoscersi…

Per poi all’improvviso riconoscersi.

 

bambini viziati

Bambini viziati? Discorso Mamma e Figlio neonato

 

Figlio

Sei la mia mamma?
Ma poi cos’è una mamma?
Non l’ho capito bene!

Sono appena arrivato e mi sento smarrito
Nascere è stato faticoso: dal mio mondo ovattato ora qui che è tutto confuso
Nascere è stato ricominciare

Ho le manine arrotolate in un piccolo pugno e gli occhietti socchiusi che ancora non vedono
Ho le rughe ma non l’esperienza
Ho il pensiero ma non ho le parole

Ho paura stringimi forte

Io sono un po’ di te anche se non più in te
Ti hanno detto che sono capricci ma è solo calore
Ti hanno detto che poi mi vizi
Io non so cosa vuol dire viziare

So che ho bisogno della tua presenza, del contatto che ci unisce
Ho bisogno di avvolgermi sulla tua pelle, di calmarmi con il tuo profumo, di perdermi fra le tue braccia

E allora se questo è viziare, ti prego viziami
Viziami ancora

Sto piangendo
Presto crescerò

 

Mamma

Sei il mio bambino
Ed io sono la tua mamma
Ma poi cos’è una mamma?
Non l’ho capito ancora, lo scopriremo insieme!
Me lo insegnerai?

Sei appena arrivato e mi sento smarrita
Farti nascere è stato faticoso: dolorosamente speciale, vorticosamente infinito
Farti nascere è stato come rinascere, sono diversa, nuova

Ho le dita aperte che ad ogni tocco si incastrano nelle tue manine sigillate, ho gli occhi su di te rapiti nei tuoi che non mi vedono ma mi sentono
Ho qualche ruga ma non ho l’esperienza
Ho le parole ma non so come calmarti

Ho paura ti stringo dolcemente

Tu sei la parte buona di me
Mi hanno detto che ti sto viziando ma io sento che sto assecondando la nostra natura
Mi hanno detto che i bambini viziati esistono
Mi hanno detto che tenerti su di me è sbagliato

Quando poi sei stato nove mesi dentro di me
Mi hanno detto che se vuoi calmarti con il mio calore, se cerchi in me un riparo, se il tuo cuore batte rincorrendo il mio è sbagliato…

E allora si. Voglio viziarti!

Sto piangendo mentre piangi tu, perché non so bene cosa fare… Ma imparerò, capirò.
Presto crescerai.

 

Marika Maino

 

Se ti è piaciuto questo testo leggi anche qui, troverai tanti pensieri d’inchiostro!

2 Comments

Leave a Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: