10 modi “fallibili” per sopravvivere al Natale

4 Comments

Vademecum semiserio per sopravvivere alle vacanze di Natale.

10 modi assolutamente “fallibili” per superare indenni anche questo Natale.

Il Natale è magico. Il Natale è senza dubbio la festa più attesa dai bambini e anche da molti adulti (compresa me),
è una festa ricca di emozioni, intrisa di tradizioni religiose e non, speciale e legata ad un immaginario fantastico.
Le luci colorate che sembrano prender vita, i profumi di “buono” inondano le case e le strade, il calore di un momento che ci piace trascorrere in famiglia, stretti stretti intorno ad una tavola imbandita di sapori e di amore.
Tutto bellissimo ok… Ma…
Sopravvivere al Natale, si può?
Intendo sopravvivere al Natale senza stress, senza paranoie, sopravvivere al Natale guardandolo con entusiasmo, sopravvivere al Natale ricordandosi quello che è: una festa, un momento di condivisione, un’opportunità!

Oppure stai già pensando ad un piano di fuga da stress pre- e post- natalizio?

Parliamoci chiaro è davvero tutto così clamorosamente fantastico o un pochino sei già stressata?
Preparativi di ogni tipo, bambini super eccitati, carte bancomat che chiedono giustizia, parenti che reclamano attenzioni, e poi ancora regali da acquistare, e l’immancabile “Cosa fai a Capodanno” o “Cosa preparo per il pranzo di Natale”...

Come sopravvivere al Natale senza incappare in ansia da prestazione, ritorsioni parentali o minacce da Babbo Natale?

Ecco un piano, un vademecum semiserio, assolutamente “fallibile”, per superare indenni queste vacanze, per sopravvivere al Natale o almeno provarci.

  1. No Panic!

    Hai tante cose da fare e sei indietro!?
    Pazienza, in fondo è sempre così Natale o no la tua vita è tutta una corsa, eppure riesci sempre a fare tutto, lavori, pensi ai bimbi, pensi alla casa, alla spesa, a tutti.
    Ecco magari comincia a pensare un pochino anche a te stessa!

  2. Scrivi la letterina

    Ricordi quando eri bambina? Ricordi l’attesa, la meraviglia e l’incanto?
    Rispolvera quelle sensazioni, quando il Natale era bello e basta, era bello perché lo trascorrevi in famiglia, perché aspettavi con ansia di scartare anche solo un regalino.
    Armati di carta e penna e scrivi a Babbo Natale, ma per favore, evita di chiedere diamanti o una fiammante Ferrari tanto come al solito riceverai un set di creme da bagno, ben che vada, ma in fondo ne sei felice perché sei una romantica, e preferisci il pensiero…O no?
    Quindi dicevo il segreto è, scrivere una letterina e consegnala al vero e unico Babbo Natale… Papinooooo!!!

  3. Trasforma la festa in un valore anche per i tuoi figli.

    I tempi sono decisamente cambiati (oddio ma quanto sono vecchia?).
    Una volta si aspettava proprio il Natale per ricevere un regalino e solo uno, adesso i nostri figli hanno sempre regali, ogni occasione è buona.
    Oggi una macchinina domani un trenino, e intanto la cameretta esplode carica di giochi indispensabili per almeno un giorno.
    Ed io sono la prima ad esagerare, lo ammetto!
    Allora ultimamente ho pensato ad un gioco, il gioco del chi cerca trova e devo dire che a mio figlio piace molto! Andiamo letteralmente a pesca di giocattoli che sono lì tristi e solitari nelle scatole in cameretta, e non vi dico l’entusiasmo nel rigiocarci.
    Piccolo trucchetto, provare per credere!pexels-photo-220098.jpeg

  4. Natale con chi vuoi non con chi devi.

    La famiglia del Mulino Bianco? A me non è mai piaciuta a dire il vero, tutta quella perfezione mi mette ansia! Quindi ben venga il conflitto o meglio il confronto, e basta con i musi lunghi!
    Piuttosto se proprio non soffri la suocera o il cognato, se sei ai ferri corti con i tuoi, se proprio non sopporti quella zia un po’ impicciona ho la soluzione che fa per te!
    Organizza un Natale alternativo:
    o vai in gita in Norvegia e già che ci sei fai un salto da Babbo Natale;
    o chiudi un occhio e pure l’altro e affronti la situazione di petto.
    Non con una scollatura, semplicemente ripetendoti “passerà, passerà” intonando Jingle Bells a squarciagola e sorridendo, dai è Natale!

  5. Fatti bella.

    Eh si! Ho capito che sei un’ottima cuoca, un’ottima padrona di casa e tutto deve essere perfetto.
    Ma ricorda che non sei Babbo Natale né tanto meno la Befana! Cosa aspetti dunque? Ti voglio con un Outfit da paura, ma non stile Halloween, un tocco di trucco che non guasta e per favore corri dal parrucchiere, basta fare concorrenza alla renna!
    Sei bella!

  6. No allo shopping compulsivo.

    O meglio, no allo shopping compulsivo solo per i bambini! Si lo so, ti capisco benissimo, non puoi farne a meno. Del resto sono così carini!
    A proposito hai comprato quel bellissimo pigiamino natalizio e quel cappellino da elfo? Eh si sono così carini…
    In questo caso il consiglio è: ogni duecento cose che acquisti per loro, concediti un acquisto che sia solo per te.
    Credi di farcela? Uhm ho qualche dubbio.

  7. Pianifica anticipatamente il pranzo.

    Decidi con anticipo il menù che preparerai per il pranzo di Natale:
    a. perché se sei come me cambierai idea altre dieci volte
    b. in modo tale da arrivare ben organizzata, perché, sempre se sei come me, il disastro è in agguato
    (manca sale o troppo sale…).
    Opta per qualcosa che puoi preparare magari anche dal giorno prima, e qualcosa da fare al momento. Ti consiglio di curiosare in rete, le food blogger ti daranno di certo una mano.

  8. Accetta un Invito

    Basta pensare che fa troppo freddo o che il piccolo, ormai dodicenne, non dorme se non ci sei, o che il grande vuole la buonanotte solo da te e che devi leggere la favola…
    Devi devi devi!
    Accetta un invito! Per una sera, una sola volta, una sola ora, da trascorrere con il tuo compagno o con un’amica, o con tua sorella…pensaci bene.
    Perché no?! Tranquilla tanto poi quando sei quasi pronta per uscire uno dei due come minimo si ammala.

  9.  Il regalo giusto

    Ho fatto una scoperta incredibile! Il regalo giusto non esiste.
    Non impazzire su Amazon, non rincorrere l’artigiano di fiducia, non affollare tutti i giorni il centro commerciale. Le idee non pioveranno come funghi, il regalo giusto è quello che hai scelto. Giusto?pexels-photo-281417

  10. Festa nella festa

    Non perdere l’occasione per divertirti, sorridere, giocare e coccolare i bambini, mangia bene e poi rilassati, chiama quell’amica che non senti da tempo per raccontarle di te e sapere di lei.
    Ascolta quella canzone che ti piace tanto, racconta ai bimbi i ricordi che hai del tuo Natale di quand’eri anche tu solo una bambina, chiedi a tua zia come sta e dalle una parola di conforto, ricordati di mettere in carica anche il cuore non solo il telefono.
    Scrivi un bigliettino al tuo amore, come quando da fidanzati lo inondavi di post-it romantici, digli sempre quanto è importante.
    Fai un selfie con gli amici di sempre e stampalo nei tuoi occhi.

    Brinda con speranza all’anno che verrà, progetta reinventati e sogna.

 

Buon Natale Fuori di Mamme!

 

 

 

 

 

4 Comments
  • Chiara De Bortoli

    Rispondi

    Ma che bel post Marika! Dovrò ricordarmelo durante queste feste ❤

  • Sandra

    Rispondi

    Belli questi suggerimenti, da farne tesoro davvero!

  • Selene Mazzei

    Rispondi

    Bellissimo mi sono emozionata, mii hai fatto pensare a tante cose… agli amici che nonsento da tempo al menu di natale e anche ai musi lunghi che spesso fanno male a noi ma anche a chi ci sta vicino. è proprio vero che bisognerebbe goderci il NATALE in modo brillante quindi armiamo di coraggio e buone Feste!1

    • Marika

      Grazie mille!

Leave a Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: